FAQ Dormire

 

                                           Dove e come dormire (Luciano Callegari)

 

  http://compostela.pellegrinando.it/sezioni.php?seid=1733

 

  Lungo il cammino sono distribuiti numerosissimi luoghi nei quali poter dormire. Normalmente si utilizzano gli albergue, da non tradurre in italiano con il termine “albergo” ma piuttosto con “ostello” o “rifugio”. Sono anche chiamati refugios, hospitales. Al centro di accoglienza di St.Jean Pied de Port ne viene fornito un elenco abbastanza aggiornato.

 

  L’albergue è di dimensioni variabili, da dieci a un centinaio di posti, generalmente in letti a castello. Il letto è fornito di materasso, spesso ma non sempre di cuscino, quasi mai di lenzuola (quindi obbligatorio sacco a pelo o sacco/lenzuolo). Si trovano i servizi igienici e le docce: l’acqua dovrebbe essere calda, ma a volte dipende da quanti pellegrini hanno fatto la doccia prima di noi e da quanta acqua hanno utilizzato. Si trova un posto per lavare ed asciugare la biancheria, un locale ad uso cucina ed una stanza refettorio.

 

  Alcuni sono sempre aperti, ma spesso l’apertura avviene nel pomeriggio. Si è accolti da un hospitalero che appone il sello (timbro) sulla credencial (vedi sotto), trascrive le generalità del pellegrino sui registri dell’albergue e assegna il posto letto o comunque indica le regole per l ’utilizzo dell ’albergue. Generalmente le procedure di accoglienza sono rapide: in alcuni casi l’accoglienza è più curata: mi è capitato di fare oltre un’ora di fila prima di entrare. In alcuni albergue il pellegrino diventa membro di una comunità e viene coinvolto nelle attività e nei suoi riti: per chi apprezza sono le esperienze più intense del cammino.

 

  La gestione degli albergue è di solito a carico di volontari: può essere il parroco, frati o suore di conventi, volontari appartenenti a confraternite o associazioni spagnole di sostegno al cammino; in alcuni casi sono stranieri (inglesi a Ponferrada e Rabanal, olandesi ad Hospital de Orbigo, italiani della Confraternita Jacobea di Perugia a Puente Fitero).

 

  Salvo casi eccezionali l’alloggio è consentito per una sola notte.

 

  Negli albergue gestiti dalle Associazioni e in quelli comunali viene di solito data la precedenza di ospitalità ai pellegrini che marciano a piedi rispetto a quelli in bicicletta

 

  Gli albergues possono essere classificati in due fondamentali categorie:

 

  a) strutture "pubbliche"

  E ’ improprio chiamarle "pubbliche" ma intendo riferirmi a strutture gestite per dare accoglienza, non per crfeare reddito.  

  Appartengono a questa categoria gli albergues:

- comunali

- facenti capo a strutture religiose (conventi, parrocchie)

- di proprietà o comunque gestiti da Associazioni di amici del cammino, spagnole o straniere

  Negli ultimi anni si sono notevolmente ridotte le strutture del tutto gratuite o per le quali viene richiesta una semplice libera offerta.

  Le  pochi sono rimasti quelli a libera offerta.

  Le tariffe oscillano generalmente fra i 4 e i 10 €

 

  b) strutture private

  Quest ’ultima categoria è in netta espansone negli ultimi anni e segue costantemente la crescente rapida richiesta di posti letto da parte dei pellegrini.   

  Sono strutture spesso a conduzione familiare, gestite per fornire un secondo reddito rispetto alla princoipale attività.

  Le tariffe scillano fra i 7 e i 12 €.  Spesso sono disponibili, dietro corresponsione di un supplemento tariffario, servizi di livello superiore: camere singole o doppie, lenzuola, ecc.     

  Spesso si può cenare e fare solazione, a prezzi di solito modici.  

  Il livello di servizio è talvolta, ma non sempre, migliore rispetto alle strutture "pubbliche".   

  In questo tipo di strutture si riceve di solito una accoglienza corretta e sollecita: non ci si deve attendere però il calore e la cura riscontrabile in molte strtture "pubbliche", nelll quali operano volontari appassionati del cammino.

 

  Si può trovare alloggio, chiedendo nei paesi, anche presso:

- case private – alcune famiglie ospitano in casa loro pellegrini a titolo privato: le tariffe sono ancora più elevate

-  hostal – sono alberghi veri e propri, ma a prezzo modico

                                                    -----------------------------------------

                                                         Offerta libera (donativo)

 

  http://www.camminoaquileiese.it/ (Camino Celeste Aquileia - Monte Lussari)

 

                      OFFERTA LIBERA (DONATIVO) NON SIGNIFICA GRATIS O QUASI

  Pellegrino, ricordati che le strutture dove alloggerai (e forse mangerai) non ricevono alcun contributo per fare ciò, e per continuare la loro opera hanno bisogno del tuo sostegno.

  Ci sono stati gruppi che hanno lasciato offerte ridicole (anche meno di 1 euro a persona!). Ridicole anche per il cammino di Santiago, dove comunque il numero di pellegrini aiuta a tenere le tariffe più basse di qua.

Pertanto rispetta quanto ti viene offerto lasciando sempre un’offerta adeguata, anche in mancanza di accordo. Un comportamento diverso mette a rischio questa ospitalità povera, che consente ai pellegrini di percorrere i loro lunghi cammini.

  Tutto questo fa parte dello “spirito del pellegrino”, di quello stile di comportamento che contraddistingue chi ha davvero coscienza di quello che sta facendo.

  Lungo il Cammino Celeste troverai situazioni diverse, gestite in modo diverso. Pertanto non è qui possibile dare un consiglio sugli importi. Tutto, però, può essere risolto in modo semplice quando pianifichi il tuo cammino, avvisando i punti di accoglienza del tuo arrivo:

 

                              CONCORDA SEMPRE IN MODO CHIARO, FIN DALL’INIZIO,

                                 CON IL REFERENTE DEL PUNTO DI ACCOGLIENZA

                                              L’ENTITA’ DELL’OFFERTA

 

                                                              PER I GRUPPI,

                                 E’ APPENA IL CASO DI DIRE CHE SI TRATTA

                                                    DI QUOTE PRO CAPITE,

                                              NON DI IMPORTI CUMULATIVI.

                           --------------------------------------------------------------------------------------------------

    

  retour à Q.Pratique Route

  home

                                                                       28/04/2014

delhommeb at wanadoo.fr