Equipaggiamento (Marco)

 

                                                   Elenco delle cose da portare (Marco)

  (in C.Celeste Aquileia - Monte Lussari - Consigli utili - http://www.camminoaquileiese.it/ )   

 

  Elenco principale

 

- Zaino

  Quanto grande, dipende: quanto basta è un buon criterio. Preferire zaini con tasche esterne. Se non si usa la mantellina a dromedario, diventa indispensabile il coprizaino per la pioggia.

- Sacco a pelo

  Secondo me è preferibile al sacco-lenzuolo (ci sono rifugi ben oltre i 1200 metri, e se fa brutto tempo … Poi dipende dalla “freddolosità” di ciascuno.

- Mantellina

  Possibilmente di quelle “a dromedario”, che proteggono anche lo zaino senza che piova “in mezzo”

- Materassino

  Ce ne sono di autogonfiabili. Finché il Cammino Celeste è ancora acerbo, è molto consigliabile averne uno con sé.

- Stuoia in gommapiuma

  Pesa poco e niente, e spesso diventa utile per sdraiarsi all’aperto o per una sistemazione di emergenza

- Cuscino gonfiabile

  Per ora sono di più i luoghi dove non c’è

- Scarpe (o Scarponcini)

  Un paio di scarpe da trekking, meglio se alte (la montagna le rende indispensabili). Per i tratti in piano o per il riposo io uso i sandali, sempre da trekking

- Ciabatte

  In gomma, per la doccia e per far stare i piedi il più possibile all’aria durante i momenti di riposo.

- Pantaloni

  Da anni io uso solo calzoni lunghi (per vari motivi); 2 paia, magari di quelli con cerniera sopra il ginocchio, possono essere sufficienti; chi vuole porti quelli corti

- Abbigliamento più pesante

  Una tuta, magari tecnica, può servire se si incontra giornate fredde, oppure può fare anche da pigiama. Utile qualcosa in “pile”, oppure un giubbetto leggero che tenga il vento, e che sia, per quanto possibile, impermeabile.

- Magliette

  Di solito si usa portarne 3. Preferire quelle tecniche, che riducono al minimo la permanenza di sudore sulla pelle e asciugano in fretta. Se la stagione lo consiglia ci sono quelle più pesanti.

- Mutande e canottiere

  3 o 4 mutande; per le magliette intime, se necessarie, ne esistono di simili alle magliette di cui sopra.

- Calzini

  3 o 4 paia, senza cuciture, traspiranti, specifiche per trekking; se si vuole 1 o 2 paia normali

- Cappello

  Io normalmente uso un berretto floscio a tesa larga: mi ripara anche la nuca e posso metterlo in tasca

- Fazzoletti

  Io ne uso di carta

- Coltello

  Il multiuso è utile, ma pesa; a me è bastato un temperino

- Cordino o spago

  7 o 8 metri possono servire per stendere la biancheria e per molti altri usi. Esiste cordino in rotoli.

- Mollette

  7 o 8 per stendere la biancheria

- Asciugamani

  Uno medio (per la doccia) e uno piccolo (per tutto il resto)

- Set pulizia

  Il sapone di Marsiglia (con portasapone) va bene sia per il corpo sia per la biancheria. E poi, citando alla rinfusa:shampoo, spugnetta, spazzolino e dentifricio, la pomice per i calli, rasoio e schiuma da barba, forbicine, limetta, pinzette, deodorante, pettine, bastoncini per le orecchie …

- Spille da balia

  Di diverse dimensioni: possono servire anche per appendere la biancheria ad asciugare sullo zaino.

- Sacchetti

  Servono per separare la roba, per la biancheria sporca o umida, per il cibo e cento altre cose

- Ago e filo

  Per rammendare vestiti e zaino

- Set per medicazione

  Questo è molto soggettivo, dipendendo dalle esigenze di ciascuno; tuttavia possono essere generalmente utili: Benda elastica, cerotti normali e soprattutto quelli speciali per vesciche (Compeed), analgesico, crema per la protezione dei piedi, disinfettante, aghi sterili per le vesciche. Comunque tutto questo si può comprare lungo il cammino.

- Crema solare

  Con un buon fattore di protezione: non siamo in spiaggia

- Borraccia

  3 bottigliette in PET da 1/2 litro da acqua minerale vanno benissimo e pesano meno

- Quaderno e penne

  Se si vuole scrivere un diario, ma anche solo per prendere appunti o per annotare indirizzi e telefoni.

- Telefonino e caricabatteria

  Attenzione: in alcune zone di montagna è difficile trovare campo.

- Macchina fotografica

  Se si ha quella digitale, conviene avere abbastanza memorie già con sé. Quanto alle pile, se volete usare quelle ricaricabili ricordate che il caricabatteria pesa.

- Guida al cammino

  Pubblicata il 30 aprile 2011 con il titolo “Il Cammino Celeste” - Ediciclo Editore disponibile nelle librerie; in alternativa scaricate la guida e l’elenco dei punti di accoglienza dal sito www.camminoaquileiese.it .

- Torcia elettrica

  Indispensabile per muoversi al buio in rifugio; utile se ci si avvia prima dell’alba.

- Occhiali

  Da vista (se servono) e da sole (per chi ne sente il bisogno)

- Ombrellino pieghevole

  Meno utile che a Santiago, può essere una comodità soprattutto dopo arrivati alle mete di tappa

- Marsupio

  Un marsupio capiente consente di tenere a portata di mano (togliere e rimettere lo zaino è sempre una fatica) portamonete, occhiali, temperino, guida, credenziale (senza piegarla), telefonino, delle penne e dei foglietti per appunti volanti, i biglietti con il proprio indirizzo e altro)

- Bastoni da trekking

  Due (o anche uno solo), per alleggerire il carico sulla schiena, specialmente in salita e in discesa.

- Credenziale

  Anche qua essa vi identifica come pellegrini

- Carta d’identità

- Bancomat

- Portafogli e portamonete

- Biglietti con il proprio indirizzo

  Per essere pronti a scambiare gli indirizzi con i nuovi amici. Meglio raccogliere subito anche gli indirizzi degli altri; se si lascia solo il proprio e poi non ti scrivono, come fai?

- Orologio da polso

  Potrebbero esserci orari da rispettare

- Conchiglia

  Più che la conchiglia, simbolo di Santiago, suggeriamo un nastrino azzurro legato sullo zaino.

- Cibo

  Quando ci si muove in zone montuose, conviene averne sempre un po’, di quello che non va di male. Comunque lo si compra per strada ove necessario.

 

  Altre cose che possono essere utili, se le si vuole portare

- Strisce fosforescenti

  Possono essere applicate allo zaino, perché ti vedano meglio se è scuro (talora si cammina sulla strada!).

- Un rosario

  Pesa niente, e può aiutare a mantenere la vigilanza sul senso del pellegrinaggio. Se sei credente, s’intende.

- Integratori salini, aminoacidi, barrette energetiche e prodotti simili

C’è chi dice siano indispensabili, chi dice che se ne può fare a meno, adottando una alimentazione equilibrata. In ogni caso, recuperare i sali aiuta i muscoli. Comunque non serve fare scorta: li si compra lungo il cammino.

- Costume da bagno

  C’è chi lo usa; a me non è mancato.

- Bicchiere plastica e set di posate

- Un elenco di indirizzi

  E’ facile dimenticare di mandare la cartolina a qualcuno.

- Tappi per le orecchie

  Se esiste il problema.

- Vocabolario

  Per gli stranieri che conoscono poco l’italiano.

                    ----------------------------------------------------------------------------------------------------

    

  retour à Q.Pratique Départ

  home

                                                                       24/04/2014

delhommeb at wanadoo.fr