Credenziale (Antonietti)  

 

                                                     Credenziale (Stafano Antonietti)       

  http://www.ilmiocammino.135.it/

 

  La credenziale è il documento più importante per un pellegrino: si tratta di un pieghevole da trattare con la massima cura possibile.

 

   Essa certifica l'avvenuto pellegrinaggio attraverso i vari timbri apposti. È indispensabile per entrare nei rifugi, ove a volte viene richiesta anche la carta di identità. Ogni sera, appena arrivati nell'albergue, i responsabili vi appongono il loro sello. Tutti i selli sono bellissimi anche da collezionare, soprattutto per uno come me, appassionato di francobolli dalla nascita, per questo spesso mi facevo timbrare anche fuori dai rifugi, magari in luoghi che ritenevo particolarmente significativi per il mio cammino, come a casa di Felisa o al Monte Cebreiro, dove pur non ho sostato. Alcuni ne portano addirittura due, una per i timbri ufficiali, l'altra per i secondari.

 

  Io ho richiesto la credenziale ancora in Italia, presso la Confraternita di San Jacopo di Compostella di Perugia, tramite dei loro gentilissimi confratelli di Vicenza che me l'hanno rilasciata qualche settimana prima della partenza. La maggior parte però arriva alle prime tappe sprovvisto e la acquista ad esempio a Pamplona o Roncisvalle. Io le ho viste in vendita anche più avanti.

 

  Una volta arrivato a Santiago, presso l'ufficio del pellegrino, scrupolosi funzionari hanno verificato il mio percorso, mi hanno apposto l'ultimo sello e mi hanno iscritto nell'albo ufficiale dei pellegrini rilasciandomi la preziosa Compostela, l'attestato finale.

 

  Io avevo lasciato ancora due spazi vuoti perché avevo intenzione di proseguire fino a Finisterrae, il punto più a ovest dell'antico mondo conosciuto.

 

  Il cammino può iniziare in una località qualsiasi del tragitto, ma per conseguire la Compostela è necessario avere percorso almeno 100 Km a piedi o 200 in bicicletta. Però alla fine la Compostela è solo un pezzo di carta che le comitive ritirano a blocchi, la cosa grande, la cosa importante è l'esperienza che si è vissuta, il percorso interiore che si è svolto e questo dipende da persona a persona e non c'è modo nel mondo per certificarlo!

 

                              

                                    ----------------------------------------------------------------

    

  retour à Q.Pratique Départ

  home

                                                                       09/05/2013

delhommeb at wanadoo.fr