Andora - Alassio - Loano (Viadellacosta) (it)

 

 

  4° – ANDORA – LOANO  30 km – Tempo: 7,30 h - Difficoltà: media

  (aggiornamento 2013) :

 

  San Giovanni (Andora)-Loano-google :       

 http://www.viadellacosta.it/wp-content/uploads/2012/09/San-Giovanni-Andora-Loano-google-earth3.zip

 

  Il percorso, dalla chiesa di S. Giovanni, prosegue con segnavia rombo rosso, si attraversa la carrozzabile in direzione del Ponte medioevale. Oltrepassatolo, si svolta a dx e subito dopo a sx si oltrepassa la strada carrozzabile; si prosegue sotto un cavalcavia. La strada prosegue svoltando a dx in salita, passando sotto l’Autostrada dei Fiori, che si costeggia sulla sx, per poi svoltare su sentiero a dx in salita lungo il quale si può ammirare una fonte medioevale in ottimo stato. Sempre seguendo il segnavia rombo rosso si giunge ad un parcheggio, qui facendo una breve deviazione a dx si può visitare la chiesa Romanico-Gotica sec. XIII dei SS. Giacomo e Filippo. Dal parcheggio si riprende sulla sx un sentiero maltenuto, si costeggia un rio e in salita raggiungiamo la carrozzabile per Colla Micheri. Si attraversa la strada per riprendere in salita il sentiero acciottolato che giunge Colla Micheri, antico nucleo dove fece sosta papa Pio VII il 14 febbraio 1814.

 

  Passato il piccolo borgo si prosegue in via S. Bernardo; sulla dx si può ammirare la struttura di un antico mulino a vento e subito dopo nuovamente a dx (all’altezza del cartello segnaletico dei percorsi) si svolta a sx su sterrato: segnavia quadrato rosso vuoto, la direzione è Ruderi di S. Bernardo, (fare attenzione alle deviazioni sulla sx che ci evitano le dorsali in salita). Raggiunti i ruderi si svolta a destra, in discesa, per raggiungere Alassio: segnavia due righe rosse. La discesa in acciottolato, è un ripido percorso medioevale attraverso il quale si giunge in Alassio in Via Solferino, alla fine si svolta a dx in Via Neghelli.

 

  Si prosegue dritti attraversando la strada e dopo un breve tratto si svolta a dx passando sotto la ferrovia tramite un passaggio pedonale, si svolta sx in Via G. Mameli, dopo 150 metri si svolta a sx sul ponte scalinato che soprapassa la ferrovia, si svolta a dx in discesa in Via Michelangelo Buonarroti (fontana), via Adelasia costeggiando la ferrovia; la strada termina con una sbarra, il passaggio pedonale è accessibile tramite un rotante, si svolta a dx nel sottopasso della ferrovia, si svolta a sx in Via Aurelia, per svoltare a sx ,nuovamente, sotto la ferrovia, si svolta a dx su scalinata in salita e giunti sulla carrozzabile attraversarla per prendere la Mulattiera per Solva: siamo in Regione Ciazze, che è una ripida scalinata. Si attraversa la carrozzabile e subito dopo la crosa Via Modigliani ci porta sul piazzale della chiesa di Solva: segnavia due quadrati rossi vuoti (fontana). Si scende su asfalto fino a raggiungere la chiesa di S. Croce del sec. XI da dove si gode un panorama mozzafiato. Si continua, superato l’arco, sulla “Via Julia Augusta” anno 13 A. C., qui ne troviamo uno dei più bei tratti conservati. Si possono ammirare resti di ville, tombe e selciato originali: il segnavia è un quadrato rosso vuoto. Lungo questo tratto si passa davanti alla chiesetta di Sant’Anna del sec. XI, godendo del bel panorama a mezza costa sul mare, con vista sull’isola Gallinara, antica sede di un convento benedettino. Si giunge quindi ad Albenga, scendendo in Regione Doria, poi Salita Madonna di Fatima si prosegue in Via S. Calocero, si svolta a sx in Via Ruffini, si attraversa il ponte sul fiume Centa, si prosegue dritti, si svolta a sx in Largo Doria e si prosegue per raggiungere la Cattedrale di S. Michele Arcangelo, dell’XI-XIV sec.

 

  Si prosegue dritti per poi svoltare a dx in Via Medaglie D’ Oro, dopo aver superato Porta Molino, si percorre Via Ponte Lungo per raggiungere e attraversare l’omonimo ponte medioevale. Si svolta a sx in Via Collodi, si supera la Via Aurelia (con molta attenzione) e si prosegue dritti per un breve tratto, fino a svoltare a dx in Via Campochiesa, anche se la strada è asfaltata ci troviamo sull’antico tracciato della “Via Romana”. E’ necessario camminare con attenzione ai bordi della strada poco trafficata. Raggiunto il bivio riconoscibile da un pilone dedicato alla Madonna, tenere la dx per Prati del Vescovo; sempre sulla “Via Romana” si raggiunge la chiesa di San Giorgio del sec. XIII sec. con all’interno importante ciclo d’affreschi. Proseguire sino al semaforo e da lì continuare diritti per entrare in Ceriale.

 

   Il tratto è percorribile su marciapiede; si passa in Via Pontetto, si va sempre dritti in Via Maixe (fontana). Giunti al bivio si svolta a dx in Via A. Ascoli, subito dopo svolta a sx per il vicolo lastronato in salita Via Vecchia del Cimitero. Poi svoltare a sx in Via Cadanzo (fontana) e dopo Via Panoramica e al bivio svoltare a dx, seguire le indicazioni segnavia quadrato rosso vuoto, giunti ad una casa rosa lasciare l’asfalto girando sulla sx per immettersi su sentiero sterrato, che sale dolcemente e ci permette di superare Capo di Santo Spirito immersi nella lussureggiante macchia mediterranea, con rari alberi di sughero, e grandi panorami; il quadrato rosso vuoto ci accompagna fino a raggiungere il Castello Borelli Qui si prosegue in discesa su strada bianca, costeggiando le mura del castello. Si prosegue per 30 metri per raggiungere il tornante dove si svolta a sx su sentiero appena accennato e pericoloso. Più avanti, ad un bivio, prendere il sentiero “collegamento terre alte“ in discesa a dx, ripido e roccioso, (sugli alberi vi è applicato un foglio indicante il pericolo) che ci porta rapidamente nell’abitato di Borghetto Santo Spirito.

 

  Seguire indicazioni Centro Storico, entrando nell’isola pedonale attraversare la Porta Santo Spirito del sec. XV (fontana). Si prosegue lungo Via Roma. Svoltare a sx per Via Mazzini. Al quadrivia di Piazza Indipendenza svoltare a dx per Via Dante e raggiunto il torrente Varatella svoltare a dx per attraversarlo sul ponte pedonale. Proseguire per Via Ponti sino a raggiungere i ruderi del ponte romano “Il Pontasso”. Continuare in Via Pontasso, svoltare a sx in Via Puccini. Giunti alla bocciofila girare a dx, poi dopo 50m a sx si raggiunge la rotonda da lì salendo si giunge alla moderna chiesa di S. Pio X. Prendere a dx Via Ponchielli, Via Carducci, si oltrepassa l’Istituto S. Giuseppe delle Suore della Carità dell’Immacolata Concezione d’Ivrea. Girare a sx per Via Petrarca; attraversare il bivio e proseguire diritti per una breve strada pedonale, Via Madre Rubatto, costeggiando il cimitero. Svoltare a sx in Via G.Matteotti, poi a dx in Via Azzurri d’Italia e seguire l’indicazione per Monte Carmelo. Giunti alla cappella di Maria della Consolazione, svoltare a sx in un vicolo per raggiungere il Ponte romano, lo si attraversa, si gira a dx, poi subito a sx per salire al seicentesco Convento dei Padri Carmelitani. Siamo a Loano.

 

  Ospitalità:

          Alassio:

- Chiesa  Sant’Ambrogio  Don Angelo De Canis   Tel. 018264057

 

  Distances :

- S. Giovanni (Andora) - Colla Micheri     km  2,40

- Colla Micheri - Alassio                        km  6,30

- Alassio - Albenga                               km  7,30

- Albenga - S. Giorgio (Campochiesa)     km  3,60

- S. Giorgio (Campochiesa) - Ceriale       km  2,50

- Ceriale - Conv. del Carmelo (Loano)      km  7,90

- totale                                                 km  30,00

                                           -----------------------------------------------------------------------

    

  retour à Menton-Sarzana (Viadellacosta) (it)

  home

                                                                       22/10/2013

delhommeb at wanadoo.fr